Suzione e dentizione

Come calmarlo...

Se il bambino è ancora irrequieto dopo aver verificato che non abbia fame, freddo o caldo, o abbia bisogno di essere cambiato, e' probabile che sia solamente stanco o che voglia una coccola.. prova a mettere in pratica uno dei seguenti consigli:

I bambini amano sentire la voce della mamma: prova a parlargli.

I bambini amano i ritmi dolci: prova a dondolarlo. Anche una carezza ritmata lo puo' aiutare a calmarsi: gli ricordera' il rumore del tuo battito cardiaco. dolcemente.

Creare dei rumori quotidiani di sottofondo, come il phon, fara' sembrare al tuo bambino di essere ancora nel grembo materno.

Avvolgilo e tienilo stretto, per garantirgli sicurezza e calore come quando era nel tuo grembo: lo rassicurera' e calmera'.

Prova a massaggiarlo: sara' un'ottima maniera per creare un rapporto esclusivo con il tuo bambino.

Fai un giro in macchina. Guidare intorno al caseggiato abbina un movimento costante e un rumore di sottofondo. Se non e' possibile, prova con una sdraietta o un'altalena provviste di movimento meccanico e suoni.

Molte mamme riescono a calmare il loro bambino con un bel bagnetto caldo. Il rumore dell'acqua corrente unito al calore sulla pelle possono fare miracoli su un bimbo disperato. Puoi entrare in vasca anche tu con lui: il contatto pelle a pelle sara' un ulteriore aiuto per calmarlo, oltre che per creare quel legame speciale tra voi.

Distrai il bambino. Introduci un nuovo giochino o cattura la sua attenzione con un animale domestico o con un semplice specchio (cosi' si puo' guardare e conoscere). Molto spesso lo aiuta a distrarsi e a dimenticarsi di essere irritato in quel momento.

Mantieni SEMPRE la calma. Se sei frustrata, il bambino captera' la tua tensione e la sua reazione sara' di essere ancora piu' nervoso, creando un ciclo difficile da rompere. Prova ad essere ferma e decisa nel calmarlo - alcuni bimbi lo preferiscono. Anche se non si dovrebbe lasciar piangere un bambino al di sotto dei tre mesi, prova a vedere se smette da solo nell'arco di cinque minuti: gli darai la possibilita' di capire in maniera autonoma come calmarsi (e puo' dare anche a te la possibilita' di recuperare la calma).

Tieni il bambino vicino a te per un maggior comfort, sdraialo sul tuo petto o tienilo in braccio con la testa appoggiata sulla tua spalla, avra' la possibilita' di vedere il mondo da un'angolazione diversa. Al bambino piace succhiare, pertanto attaccalo al seno, dagli il biberon o concedigli semplicemente il succhietto.

Non esitare a consultare un medico se non riesci in nessuna maniera a calmare il bambino. Quando un bambino piange, nella mamma viene rilasciato un ormone chiamato prolattina (ribattezzato ormone materno) che crea il bisogno immediato di prendere in braccio il proprio figlio e soddisfare i suoi bisogni. Sei predisposta a calmare il tuo bimbo, e quando questo non accade, puoi sentirti di aver fallito. Ma talvolta l'insistenza di vostro figlio non si riflette sulle tue capacita' di genitore - ed e' assolutamente normale per un bambino piangere anche se non sembra avere una causa diretta. Se hai un dubbio, non esitare e contatta il tuo pediatra, per assicurarti che non ci sia un problema di fondo.

^
server:
nuby.com
Database:
NubyGlobalInitiative