Allattamento e Cura del seno

Come allattare

Alcuni cambiamenti del tuo corpo....

Il latte materno viene prodotto in maniera naturale dal tuo corpo e fuoriesce dal capezzolo non appena il tuo bambino comincia a stimolarlo o succhiarlo. E' estremamente importante stimolare il neonato ad attaccarsi al seno subito dopo la nascita. Questo per diversi motivi: e' di aiuto al tuo corpo per iniziare a produrre il latte ed inoltre crea un legame fisico profondo tra te ed il tuo bambino. Il tuo seno produce colostro per i primi giorni, un liquido giallastro piu' denso del latte. Il colostro e' ricchissimo di proteine e vitamine e anche se non viene prodotto in quantita' abbondanti e' molto prezioso per il neonato. Piu' spesso il tuo bambino si attacchera' al seno e piu' velocemente iniziera' la produzione di latte. La montata lattea avviene intorno al terzo giorno dal parto. Attaccare spesso il neonato al seno ti dara' anche la possibilita' di trovare la posizione piu' comoda a te per poterlo allattare col massimo comfort e relax, importanti per allattare nella maniera piu' serena possibile. Per la neomamma il primo periodo dell'allattamento e' una fase di cambiamento ed e' importante non innervosirsi o stressarsi: troverai nel giro di poco tempo il giusto equilibrio con il tuo bambino! Il primo passo e' quello di tenere il bambino nella giusta posizione, pertanto non vergognarti di chiedere all'ostetrica o alla puericultrice qualche consiglio utile per arrivare a questo. Una volta che la produzione del latte e' iniziata, probabilmente sentirai un leggero formicolio ai seni ogni volta che sarai pronta ad allattare e spesso dal capezzolo uscira' qualche goccia di latte. Questo fenomeno e' chiamato riflesso di 'eiezione'. Potrai anche sentire dei crampi a livello basso addome. Questa sensazione e' dovuta alla contrazione dell'utero stimolato dall'ossitocina prodotta durante l'allattamento, il fenomeno diminuira' gradualmente fino a scomparire dopo la prima settimana.

2 passi molto facili aiutarti a iniziare ...

How to Breastfeed

1 Passo: stare comoda!

L'elemento piu' importante per riuscire con successo ad allattare il tuo bambino e' quello di trovare la posizione piu' comoda. Assicurati sempre di sostenere in maniera corretta la testa ed il collo del bambino mentre allatti. Dopo le dimissioni chiedi un consiglio all'ostetrica o all'esperta nell'allattamento per aiutarti a trovare la giusta posizione per allattarlo. Una volta che hai acquisito questo e sei comoda, puoi tranquillamente goderti il contatto con il tuo bambino.

Ci sono comunque quattro posizioni principali. Prova a trovare fra queste quella che e' piu' comoda per te e per il tuo bambino. E' utile variarle tra loro in modo che tutti i dotti del seno anche i piu' profondi vengano svuotati e non si verifichi cosi' un ingorgo mammario.

How to Breastfeed
  1. Posizione seduta o a culla: siediti con il braccio leggermente piegato. La testa del bambino deve essere all'altezza della piega del gomito. Non devi piegarti verso il bambino, ma poni il piccolo con il corpo girato verso di te, in modo che non debba girare la testa per raggiungere il tuo seno.
  2. Posizione seduta con braccia incrociate: siediti con il braccio leggermente piegato. La testa del bambino questa volta e' sostenuta dalla tua mano ed il suo corpo si stende lungo il gomito. Questa posizione si rivela utile per aiutare a tenerlo sempre attaccato, riuscendo a controllarlo meglio usando la mano.
  3. Posizione Rugby: tieni il bambino come un pallone da rugby, sostieni il suo corpo con un braccio all'altezza della tua ascella, il capo con l'altra mano, in modo che la sua testa sia davanti al tuo seno. Questa posizione e' particolarmente utile se hai predisposizione all'ingorgo in quanto svuota i dotti piu' profondi. Risulta ottimale anche sei hai disturbi digestivi, poiche' il bimbo non si appoggia sul tuo stomaco. E' la posizione piu' pratica per chi deve allattare due gemelli!
  4. Posizione distesa: stenditi su un fianco e poni anche il tuo bambino di fianco, girato verso di te, con la testa all'altezza del seno. Controlla che il bambino riesca a respirare con facilita'. Puoi aiutarti a tenere la posizione utilizzando dei cuscini. Questa posizione e' utile quando si allatta durante la notte o se avete subito un cesareo.

How to Breastfeed

2 Passo: Attaccarlo al seno!

How to Breastfeed

Anche come si attacca al seno e' un elemento importante per un corretto e sereno allattamento. Mentre lo allatti ricordati di accompagnare il bambino verso il seno e non viceversa. Spingi la guancia del bambino il piu' possibile vicino al seno, cosi' automaticamente, il piccolo iniziera' a cercare il capezzolo (riflesso di cercamento) . Comprimi capezzolo ed areola tra pollice ed indice in modo che il bambino appena apre la bocca per succhiare (sembra quasi uno sbadiglio), possa attaccarsi facilmente afferrandoli contemporaneamente. Il tuo capezzolo dovrebbe essere posizionato verso la fine della sua bocca e dovrebbe rimanere un piccolo spazio tra il tuo seno ed il suo naso. Mantenere una posizione di suzione corretta garantisce anche ate di non soffrire di ragadi ed irritazioni. Se il piccolo non si attacca in maniera corretta, non preoccuparti: e' sufficiente che tu blocchi la suzione posizionando il mignolo nell'angolo della sua bocca e ricominciare da capo. E' importante ricordare che i bambini succhiano dal seno e non dal capezzolo, pertanto assicurati sempre che il tuo piccolo si attacchi in maniera corretta.

Piu' attacchi il tuo bambino e piu' latte produci.

Prima fase: il latte che fuoriesce appena il bambino si attacca al seno e' chiamato 'primo latte'. E' meno nutriente e generalmente serve per placare la sete del neonato.

Softflex Breast Pump Tiralatte Softflex

Seconda fase: il latte successivo che viene prodotto dalla mamma e' chiamato 'secondo latte'. E' ricco di vitamine e sazia la fame del piccolo, oltre a fornirgli gli anticorpi necessari per combattere infezioni e malattie. Poiche' nell'allattamento al seno si susseguono queste due fasi, e' molto importante non avere fretta ed essere sicura che il tuo bambino sia soddisfatto. Generalmente il neonato desidera attaccarsi al seno ogni 2-3 ore sia di giorno che di notte. Tu sei in grado di produrre tutto il latte sufficiente a soddisfare i suoi bisogni, e probabilmente anche di piu'! Ecco perche' puo' risultare un valido alleato il tiralatte: se hai latte in eccedenza puoi permetterti di estrarlo e conservarlo per il futuro. I tiralatte Nuby Natural Touch sono facili da usare, confortevoli e perfetti per estrarre il latte in piu'!

Frequenza dei pasti: generalmente e' opportuno non stabilire degli orari rigidi per i pasti, ma allattare il bambino quando mostra di avere fame, senza farlo attendere eccessivamente, perche' non sia troppo affamato e non si attacchi in modo frenetico, anche al fine di prevenire ingorghi mammari e ragadi. Ricordati che piu' allatti e piu' produci latte. Attacca il bambino al primo seno per 10-15 minuti, poi all'altro. Alterna il seno con cui cominciare la poppata, se hai problemi di ingorgo mammario inizia dal seno piu' gonfio e dolente.

^
server:
nuby.com
Database:
NubyGlobalInitiative